DNV GL

Audit da remoto "...Dobbiamo prepararci al futuro e cogliere le opportunità che questa crisi ci sta mettendo davanti agli occhi..."

Rocco Sainato, Corporate Head of HSE Management System, Accident Investigation, Industrial Hygiene and Audit per Saipem

Activity Management

Contattaci

Camilla Campora

Camilla Campora

External Communication Responsible

Grazie alla tecnologia oggi è possibile gestire molte attività da remoto. Abbiamo chiesto ad alcuni clienti di raccontarci la loro esperienza nello svolgimento di un audit da remoto.

Ci risponde Rocco Sainato, Corporate Head of HSE Management System, Accident Investigation, Industrial Hygiene and Audit  per Saipem

D: Che situazione è riuscito a risolvere grazie all’audit da remoto? 

R: L’audit da remoto ci ha consentito di ovviare all'impossibilità di incontrarci di persona e visitare i nostri siti uffici a causa della pandemia del Covid-19 

D: Come vi siete preparati per l’audit? 
R: Questa situazione eccezionale ci ha imposto un forte rigore nella pianificazione ed un lavoro corale di coordinamento tra tutti i dipartimenti coinvolti 

D: Ci sono state delle difficoltà? Se sì, come le avete superate? 
R: Non abbiamo riscontrato difficoltà che al momento immaginiamo possano comunque essere legate alla sfera tecnologica e quindi ai collegamenti e all'efficacia degli stessi 

D: Quali vantaggi che avete riscontrato? 
R: I vantaggi riscontrati sono legati alla necessità di essere estremamente efficienti e organizzati per far sì che il tempo e le modalità delle verifiche siano completi e soddisfacenti in termini di scambio di informazioni. In aggiunta a questo evidenzierei i vantaggi indiretti legati al risparmio in termini di viaggi e conseguenti effetti ambientali.  

D: Avete riscontrato delle differenze nei risultati rispetto a un audit tradizionale?
R: Direi di no 

D: È una modalità per le emergenze o vi aspettate di continuare a implementarla?
R: Personalmente mi piacerebbe diventasse uno standard almeno per alcune tipologie di verifica o per Paesi un po' più a rischio ma che devono essere campionati. Vorremmo sperimentare internamente anche modalità nuove per gli audit interni con utilizzo di telecamere portatili. 

D: Quanto è durato? Più o meno di un audit normale?
R: Il tempo è stato analogo ma ci ha consentito di essere più efficaci e quindi di approfondire maggiormente le tematiche affrontate  

Grazie, le chiedoun suo commento generale sull'esperienza del audit da remoto

"Suggerirei a tutti di provare questa modalità nuova di esecuzione degli audit. Dobbiamo prepararci al futuro e cogliere le opportunità che questa crisi ci sta mettendo davanti agli occhi. La tecnologia e le potenzialità che questa esprime sono sicuramente l’orizzonte cui dobbiamo tendere."

Contattaci

Camilla Campora

Camilla Campora

External Communication Responsible