DNV GL

La GAP Analysis e l’audit di Transizione alle nuove norme

Condividi:
Stampa:
Gap_Analysis_1134

L’ultimo e decisivo passaggio è l’audit di transizione alle nuove norme 2015 che può essere svolto congiuntamente agli audit programmati o come attività straordinaria.

In questa verifica, un esperto di DNV GL valuterà gli Asset strategici individuati dall’azienda attraverso il proprio Management e quale importanza sarà stata attribuita a ciascuno di essi : per fare questo ogni azienda potrà applicare il metodo che meglio risponde alle proprie esigenze.

Il nostro esperto presenterà quindi nel dettaglio le macro-categorie di Asset ed elementi di valore individuati da DNV GL: una lista grazie alla quale le aziende potranno selezionare gli Asset strategici e identificarne l’importanza, escludendo quelli meno significativi per il proprio business.

Le Macro-Aree degli Asset Strategici sono: Prodotti/Servizi – Mercato/Clienti – Proprietà – Risorse dell’Organizzazione – Processi - Fornitori e Partner – Altri Stakeholder. La discussione dei vari punti di questa lista sarà preziosa per cambiare i punti di vista e lavorare sula condivisione delle criticità percepite per elaborare le azioni che l’azienda può e deve mettere in atto al fine di eliminare o contenere il potenziale rischio.

Durante l’audit in campo il personale DNV GL verificherà infatti, insieme all’azienda, il “livello di gestione del rischio” rispetto alle azioni messe in campo (ad esempio procedure, prassi). Verificherà che tali azioni affrontino sufficientemente il rischio individuato, mitigandolo con azioni alternative o accettando consapevolmente un rischio “misurato”. Quanto emergerà darà un “peso” alla gestione consapevole dei rischi.

L’audit verrà condotto secondo le metodologie di audit documentale ed in campo consolidate nei sistemi di gestione, già note ai clienti DNV GL, e che si basano sull’approccio Next Generation Risk Based.

Scrivici Come possiamo aiutarti?