DNV GL

Cambiamenti chiave nella ISO 50001:2018 vs la ISO 50001:2011

Contattaci

Ti serve aiuto per la transizione?

Contattaci
Condividi:
Stampa:
DNV GL Key changes ISO 50001
La ISO 50001:2018 adotta la ISO High Level Structure (HLS), comune a tutti gli standard ISO. La maggior parte dei cambiamenti della ISO 50001:2018 rispetto alla ISO 50001:2011 derivano dall'HLS, mentre alcuni sono specifici per la gestione dell'energia.

ISO 50001:2018 è uno standard internazionale. Poiché segue la stessa struttura High Level Structure (HLS) come altri standard ISO ampiamente applicati, quali ISO 9001 e ISO 14001, gli sarà più facile integrarsi con altri sistemi di gestione. Se stai già utilizzando la norma ISO 50001: 2011, riconoscerai la maggior parte dei requisiti in ISO 50001: 2018. Tuttavia, ci sono alcuni cambiamenti da ISO 50001: 2011 che è necessario preparare per effettuare la transizione ed essere conformi alla ISO 50001: 2018.

Cambiamenti chiave nella ISO 50001:2018 rispetto all'edizione 2011

Queste sono alcune delle modifiche da considerare: 

1) Modifiche dovute all'adozione della HLS 

  • Nuova clausola per la comprensione dell'organizzazione e del suo contesto (4.1)   
    Un'organizzazione deve determinare, esternamente ed internamente, le questioni rilevanti per il proprio obiettivo e che possono influenzare la sua capacità di raggiungere i risultati attesi dal proprio sistema di gestione dell'energia (EnMS – Energy Management System, in italiano SGE) e migliorare la sua prestazione energetica. Questo può essere considerata come una comprensione ad alto livello di fattori influenti che influenzano, negativamente o positivamente, le prestazioni energetiche e il sistema di gestione dell’energia dell'organizzazione. 
  • Nuova clausola per la determinazione sistematica dei bisogni e delle aspettative delle parti interessate (4.2)
    L'intento è di utilizzare le informazioni del contesto per identificare stakeholder rilevanti per le prestazioni energetiche e l'SGE e le loro esigenze e aspettative (requisiti) da una prospettiva di alto livello. 
  • Maggiore enfasi sulla leadership e sull'impegno del top management  
    Il Capitolo 5.1 include nuove richieste al top management per impegnarsi attivamente e dimostrare leadership a favore dell'efficacia del sistema di gestione dell'energia. 
  • Gestione dei rischi e delle opportunità    
    Il Capitolo 6.1 richiede di determinare e, ove necessario, intraprendere azioni per affrontare qualsiasi rischio o opportunità che possa influire (positivamente o negativamente) sulla capacità del sistema di gestione di fornire i risultati previsti.  
Si noti che le considerazioni su rischi e opportunità fanno parte del processo decisionale strategico di alto livello in un'organizzazione. L'organizzazione, grazie all’identificazione di rischi e opportunità nel momento in cui viene pianificato un sistema di gestione dell’energia, è in grado di anticipare potenziali scenari e conseguenze in modo che gli effetti indesiderati possano essere affrontati prima che si verifichino. Allo stesso modo, possono essere identificate e perseguite considerazioni o circostanze favorevoli che potrebbero offrire potenziali vantaggi o risultati positivi. Questo processo può essere considerato complementare al #6.3 "Revisione energetica", che è una revisione operativa più dettagliata al fine di controllare e migliorare le prestazioni energetiche. 
  • Competenza (7.2) 
    Richiede una struttura organizzativa che definisca le competenze necessaria delle persone che fanno il lavoro sotto il suo controllo e che impatta le prestazioni energetiche e l’SGE. Oltre a valutare l'efficacia delle azioni intraprese per acquisire le competenze necessarie. 
  • Requisiti estesi relativi alle comunicazioni (7.4): 
    • Include anche la comunicazione esterna, non solo la comunicazione interna. 
    • È più prescrittivo rispetto alla "meccanica" della comunicazione, compresa la determinazione di cosa, quando, come e chi comunicare e con chi comunicare.  
    • Richiede che le informazioni comunicate siano coerenti con le informazioni generate all'interno del SGE. 
  • Pianificazione e controllo operativo (8.1)  
    Segnaliamo alcuni elementi aggiuntivi nei requisiti da osservare:  
    • Controllo delle modifiche e revisione delle conseguenze di modifiche non intenzionali (da HLS) 
    • Garantire il controllo degli usi energetici significativi (SEU - Significant Energy Uses) in outsourcing o dei processi relativi ai SEU
    • Informazioni documentate da conservare nella misura necessaria a garantire la certezza che i processi siano stati eseguiti come pianificato (da HLS).
  • Monitoraggio, misurazione, analisi e valutazione delle prestazioni energetiche e del SGE (9.1)  
    Requisiti aggiuntivi: 
    • è necessario determinare i metodi per monitoraggio, misure, analisi e valutazione
    • requisiti inequivocabili per le informazioni documentate, sia dall'indagine e rapporto dopo le deviazioni nelle prestazioni energetiche, sia dai risultati del monitoraggio e delle misurazioni.
  • Riesame della direzione (9.3) 
    Alcuni input e output aggiuntivi da considerare per il riesame della Direzione.

2)Cambiamenti specifici per la gestione dell'energia

  • Scopo (4.3) 
    • È esplicitato che i tipi di energia entro l'ambito e i confini del SGE non devono essere esclusi.
    • Le organizzazioni devono assicurarsi di avere l'autorità per controllare la propria efficienza energetica, l'uso di energia e il consumo di energia entro l'ambito e i confini del SGE.
  • Revisione energetica (6.3) 
    Processo chiarito relativo agli usi energetici significativi (SEU) per rendere il "flusso" più logico e connesso agli altri criteri: Identificare SEU => Per ogni SEU definire le variabili rilevanti, la prestazione energetica corrente e identificare le persone che influenzano o influenzano il SEU 
  • Indicatori di prestazione energetica (6.4)   
    Alcuni emendamenti: 
    • Gli indicatori di prestazione energetica determinati (EnPIs) devono consentire all'organizzazione di dimostrare il miglioramento delle prestazioni energetiche.
    • Quando l'organizzazione dispone di dati che indicano che variabili rilevanti influenzano in modo significativo le prestazioni energetiche, tali dati devono essere considerati per stabilire EnPIs appropriati per assicurarsi che l'EnPI sia "idoneo allo scopo”.
    • Il valore o i valori EnPIs devono essere conservati come informazioni documentate. (Nota: come richiesto anche nel 2011, il metodo per la determinazione e l'aggiornamento degli EnPI deve essere documentato).
  • Energy baseline (6.5)   
    Modifiche da prendere in considerazione: 
    • Quando l'organizzazione dispone di dati che indicano che variabili rilevanti influenzano significativamente la prestazione energetica, l'organizzazione deve procedere alla normalizzazione dei o dell'EnPI e della corrispondente baseline energetica per confrontare i cambiamenti delle prestazioni energetiche. 
    • Nuove definizioni per "fattore statico", "variabile pertinente" e “normalizzazione" (3.4.8-3.4.10).
    • La baseline deve essere rivista quando vi sono "modifiche importanti ai fattori statici". 
  • Pianificazione per la raccolta dei dati energetici (6.6)    
    Questo termine sostituisce il "piano di misurazione dell'energia" nell'edizione 2011.
    Gli elementi aggiuntivi sono:
    • Esplicitamente si afferma che "Il piano deve specificare i dati necessari per monitorare le caratteristiche chiave e indicare come e con quale frequenza i dati devono essere raccolti e conservati".
    • Esplicitamente è indicato per quali "aree" i dati devono essere raccolti: "I dati da raccogliere (o acquisiti mediante misurazione a seconda dei casi) e conservati come informazioni documentate includono:
    • le variabili rilevanti relative ai SEU; 
    • consumo di energia relativo ai SEU e all'organizzazione; 
    • caratteristiche operative relative ai SEU; 
    • fattori statici, se applicabile; 
    • dati specificati nei piani d'azione. 
    Il piano di raccolta dei dati energetici deve essere rivisto a intervalli definiti e aggiornato secondo necessità. 

Altre modifiche da notare

  • Design (8.2)
    Questo è in larga misura simile al 4.5.6 dell'edizione 2011, ma è da notare la seguente modifica: esplicitamente si afferma che le prestazioni eccedenti la durata operativa pianificata o prevista devono essere considerate quando si considerano le opportunità di miglioramento energetico e il controllo operativo nella progettazione di strutture e/o attrezzature nuove, modificate e rinnovate, che possono avere un impatto significativo sulle prestazioni energetiche.
  • 8.3 “Approvvigionamento”
    Questo è in larga misura simile al 4.5.7 dell'edizione 2011, ma è da notare la seguente modifica: è esplicitamente richiesto che le specifiche siano definite (come applicabile) per l'approvvigionamento di attrezzature e servizi, ma ora anche per l'acquisto di energia.
  • Capitolo 3 Termini e definizioni:
    40 termini sono definiti rispetto ai 28 dell'edizione 2011. 
    • 18 termini sono nuovi: 13 dei nuovi termini sono adottati dall'HLS, mentre 5 sono nuovi termini specifici per l'energia 
    • I 5 termini specifici per l'energia sono: "miglioramento delle prestazioni energetiche", "fattori statici", "variabili rilevanti", "normalizzazione" e "valore dell'indicatore di prestazione energetica" (Valore EnPI) ". Questi dovrebbero essere annotati poiché aiutano a fornire chiarezza.
    • 5 termini presenti nell'edizione 2011 sono stati abbandonati. Questi sono: "servizi energetici", "correzione", "azione preventiva", "registrazione" e "procedura". 

  • L'HLS non include una clausola specifica per o un riferimento al termine "Azione preventiva". Tuttavia, il concetto di azione preventiva è considerato implicitamente incorporato negli standard (ad esempio attraverso 4.1, 4.2, 6.1) 
  • “Informazioni documentate" è ora il termine usato in sostituzione di "Documenti" e "Registrazioni" 
  • • Il termine "Rappresentante della Direzione/del Management" non è più utilizzato, tuttavia tutte le responsabilità rivolte a questo ruolo nell'edizione 2011 sono ora indirizzate al Team per la gestione dell'energia.