DNV GL

Cambiamenti chiave della ISO 22000:2018 rispetto alla ISO 22000:2005

Contattaci

Hai bisogno di aiuto per la transizione?

Contattaci
Condividi:
Stampa:
Cambiamenti chiave della ISO 22000:2018
La ISO 22000:2018 applica la struttura di alto livello ISO (HLS), comune per tutti gli standard ISO. Alcuni dei cambiamenti della ISO 22000: 2018 rispetto a ISO 22000: 2005 sono riconducibili all'HLS, mentre altri sono specifici per la gestione della sicurezza alimentare.

Attualmente, la ISO 22000: 2018 è ancora nella fase FDIS (final draft), e dovrebbe essere pubblicata nella versione finale a giugno 2018. 

Questa panoramica sui cambiamenti è basata sul FDIS e ci si aspetta che la versione pubblicata non avrà significative deviazioni dalla bozza finale.

La ISO 22000:2018 è uno standard internazionale. Poiché segue la stessa struttura High Level Structure (HLS) come altri standard ISO ampiamente applicati, come ISO 9001 e ISO 14001, sarà più facile integrare il sistema di gestione per la sicurezza alimentare con altri sistemi di gestione.

Se stai già utilizzando la ISO 22000:2005, riconoscerai la maggior parte dei requisiti della ISO 22000: 2018. Tuttavia, ci sono alcuni cambiamenti da ISO 22000:2005 che è necessario preparare per la transizione e la conformità con ISO 22000: 2018.

Cambiamenti chiave in ISO 22000:2018

Queste sono alcune delle modifiche chiave da considerare:

1) Modifiche dovute all'adozione di HLS

  • Contesto aziendale e parti interessate: Capitolo 4.1, questioni interne ed esterne, introduce nuove clausole per la determinazione sistematica e il monitoraggio del contesto aziendale, e il Capitolo 4.2, esigenze e aspettative delle parti interessate, introduce richieste per identificare e comprendere i fattori che possono (potenzialmente) influenzare la capacità del sistema di gestione di raggiungere i risultati attesi.

  • Maggiore enfasi sulla leadership e sull'impegno della direzione: il Capitolo 5.1 ora include nuove richieste di coinvolgimento attivo e assunzione di responsabilità per l'efficacia del sistema di gestione.

  • Gestione del rischio: Il Capitolo 6.1 ora richiede alle aziende di determinare, prendere in considerazione e, ove necessario, intraprendere azioni per affrontare qualsiasi rischio che possa influire (positivamente o negativamente) sulla capacità del sistema di gestione di fornire i risultati previsti.

  • Maggiore attenzione agli obiettivi come fattori di miglioramento: questi cambiamenti si possono trovare nel Capitolo 6.2 e nel Capitolo 9.1 sulla valutazione delle prestazioni.

  • Estensione dei requisiti relativi alle comunicazioni: il Capitolo 7.4 è ora più prescrittivo rispetto alla "meccanica" della comunicazione, compresa la determinazione di cosa, quando e come comunicare.

  • Requisiti meno severi per un manuale di sicurezza alimentare: - la modifica è introdotta nel Capitolo 7.5. È ancora richiesto di avere informazioni documentate. Le informazioni documentate devono essere controllate per garantire che siano adeguatamente protette (vedi 7.5.3). Il requisito esplicito di avere una procedura documentata è stato rimosso.

2) Altre modifiche specifiche per la ISO 22000 e la gestione della sicurezza alimentare:

  • Il ciclo PDCA: lo standard chiarisce il ciclo Plan-Do-Check-Act, avendo due cicli separati nello standard che lavorano insieme: uno copre il sistema di gestione e l'altro, copre i principi dell'HACCP.

  • Il campo di applicazione include ora specificamente gli alimenti per animali: con ‘alimenti per animali’ si intende nutrimento per animali che non producono alimenti destinati al consumo umano. Il mangime è destinato all'alimentazione di animali destinati alla produzione di alimenti.

  • Alcuni importanti cambiamenti nelle definizioni: "Danno" è sostituito da "effetto negativo sulla salute" per garantire coerenza con la definizione di rischio per la sicurezza alimentare. L'uso di "”assicurazione”" evidenzia la relazione tra il consumatore e il prodotto alimentare, basata sulla sicurezza alimentare.

  • Comunicazione della politica di sicurezza alimentare - Capitolo 5.2.2: richiede esplicitamente al management di facilitare la comprensione delle politiche di sicurezza alimentare da parte dei dipendenti.

  • Obiettivi del sistema di gestione della sicurezza alimentare: la definizione degli obiettivi per il sistema di gestione della sicurezza alimentare è ulteriormente specificata nel Capitolo 6.2.1 e comprende elementi come ad es. 'Coerente con i requisiti del cliente', 'monitorato' e  'verificato'.

  • Controllo di processi, prodotti o servizi forniti dall'esterno - Capitolo 7.1.6: Questa clausola introduce la necessità di controllare i fornitori di prodotti, processi e servizi (inclusi i processi in outsourcing) e di garantire un'adeguata comunicazione dei requisiti pertinenti, per soddisfare i requisiti del sistema di gestione della sicurezza alimentare.

  • Ci sono inoltre diversi cambiamenti chiave nella ISO 22000:2018 rispetto alla ISO 22000: 2005 relativi alla definizione dei termini ed il loro utilizzo nell’HACCP.