DNV GL

Social Footprint-Product Social Identity, una nuova certificazione

La crescente pressione dei consumatori per una maggiore sostenibilità si è tradotta nella certificazione Social Footprint-Product Social Identity​, una vera e propria carta d'identità del prodotto.

Condividi:
Stampa:

Di una certificazione capace di restituire una fotografia dell’impronta sociale del prodotto c’era bisogno.

Era da tempo un argomento ricorrente nelle chiacchierate con i produttori ma anche evidenza di diverse ricerche di mercato. Uno degli ultimi studi di Viewpoint, il nostro osservatorio su scala globale, ha preso in esame proprio l’importanza della sostenibilità della filiera produttiva, rivelando spunti interessanti.

L’80% delle imprese è stata oggetto di pressioni per dimostrare la sostenibilità della propria supply chain direttamente dai clienti.  Non solo. La sempre maggiore attenzione per la sostenibilità da parte dei consumatori si traduce anche in una più forte sensibilità da parte delle aziende stesse: il 96% tiene conto del rispetto dei principi di sostenibilità quando si tratta di scegliere un fornitore o di prendere decisioni d’acquisto. 

Le esigenze espresse dal mercato unite al recepimento della Direttiva 2014/24/UE, che ha introdotto gli aspetti sociali di prodotti e servizi tra i criteri premianti dei bandi di gara pubblici, ci hanno portato a pensare allo sviluppo di una certificazione nuova di zecca che potesse rispondere a questi bisogni.

Lavorando con Bureau Veritas e Certiquality, abbiamo messo a punto la certificazione Social Footprint – Product Social Identity. Nella pratica, la certificazione si tradurrà in una “carta d’identità del prodotto in etichetta” che, posizionata direttamente sulla confezione, consentirà al consumatore di fare scelte di acquisto più consapevoli. Si potranno conoscere tutte le informazioni riguardarti l’organizzazione, le persone, la manifattura e la filiera. Si potrà, ad esempio, sapere quanti uomini e quante donne sono impiegate o, ancora, quali sono le nazionalità coinvolte.

Da una parte, i consumatori avranno un modo immediato per valutare l’impegno delle aziende sul fronte sociale. Dall’altra, la trasparenza rispetto alla filiera di produzione, fungerà da stimolo per le aziende spingendole verso il miglioramento continuo delle condizioni etico sociali dei diversi anelli di tutta la propria supply chain.

Per saperne di più www.socialfootprint.it

Valeria Fazio
Corporate Responsibility Solutions Manager

valeria-fazio180x150
NOME: Valeria Fazio RUOLO: Corporate Responsibility Solutions Manager ESPERTO DI: Sostenibilità, Sostenibilità di prodotto, Tracciabilità di filiera