DNV GL

Green Coffee Supply Chain - Responsible Supply Chain Process: illycaffè prima azienda certificata

​Illycaffè, marchio leader nel segmento del caffè di alta qualità che produce e commercializza un unico blend di caffè venduto in più 140 paesi in tutto il mondo, è la prima impresa a ottenere la certificazione DNV GL “Responsible Supply Chain Process”, che attesta la capacità della struttura aziendale di porre in atto un approccio sostenibile in processi e relazioni con gli stakeholder lungo tutta la filiera produttiva e, in particolare nella catena di fornitura.

Contattaci

Camilla Campora Camilla Campora
External Communication Responsible

Vuoi saperne di più?

Richiedi informazioni
Condividi:
Stampa:

Illy acquista il caffè verde direttamente presso i coltivatori di Arabica della miglior qualità attraverso accordi che mirano a creare valore reciprocamente per entrambi i partner. L’azienda triestina persegue una politica basata su collaborazioni durature con i migliori coltivatori mondiali, dal Brasile al Centroamerica, dall'India all'Africa.

L’approccio dell’azienda è basato su tre pilastri: lavorare direttamente con i produttori, trasferire loro la conoscenza necessaria a una produzione di eccellenza e rispettosa dell’ambiente, remunerarli con prezzi superiori a quelli di mercato per premiare la qualità prodotta e stimolare il miglioramento continuo.

Si tratta, in definitiva, di un modello che assegna un ruolo cruciale alla qualità e alla creazione del valore per gli stakeholder di tutta la filiera.

Illycaffè era interessata a vedere riconosciuto attraverso una certificazione di una terza parte l’impegno profuso nella creazione di un modello sostenibile per l’intera filiera produttiva.

DNV GL Business Assurance ha studiato, in questo caso, uno standard innovativo per la valutazione della sostenibilità della filiera di approvvigionamento, che segna il passaggio dalla semplice certificazione della supply chain di un’organizzazione alla certificazione della capacità della stessa di pervenire alla creazione di valore a beneficio di tutte le parti in causa.

La sostenibilità di un prodotto non è possibile laddove l’azienda non abbia di per sé una propensione alla sostenibilità.
Un’impresa deve garantire la sostenibilità di tutti i suoi processi e tutte le sue attività, in particolare attraverso l’integrazione profonda tra approccio sostenibile e core business, a partire dalla qualità.

Sviluppato secondo un approccio olistico, il modello prevede l’analisi dei processi e delle strategie aziendali, ma anche delle relazioni con gli stakeholder. L’approccio è duplice: DNV GL Business Assurance certifica, da un lato, la sostenibilità dell’attività presso la sede dell’azienda e, dall'altro, il suo lavoro sul campo, lungo tutta la catena di fornitura.

Lo standard accerta l’impegno aziendale verso la sostenibilità, valutando strategie, ruoli e responsabilità, comportamenti, attività di coinvolgimento  degli stakeholder e comunicazione della responsabilità sociale. Riveste un ruolo di grande importanza, anche la capacità dell’azienda di dimostrare di conoscere e gestire tutti i rischi connessi all’operatività in ambiti quali ambiente, qualità, sicurezza igienico-sanitaria del prodotto, risorse umane, diritti umani, ecc.

Il processo di certificazione è durato un anno, durante il quale DNV GL Business Assurance ha dato luogo agli audit e l’azienda si è impegnata a perfezionare i propri processi interni per soddisfare i requisiti richiesti.

Durante le visite ispettive e nell’ottica mirata di definizione delle azioni da mettere in essere, sono state fortemente coinvolte tutte le funzioni di illycaffè: Consiglio di Amministrazione, management, risorse operative.

Lo standard è stato sviluppato nel rispetto delle norme e delle best practices internazionali, consentendo a illycaffè di misurarsi con input esterni e principali realtà di riferimento, con lo scopo di comprendere i propri punti di forza e le aree migliorabili.

Il progetto, così come finora condotto, ha permesso a illycaffè di razionalizzare tutte le iniziative, le attività, gli strumenti e il lavoro fatto nei confronti degli stakeholder negli ultimi vent’anni,

attraverso la definizione di un processo  strutturato che assicura uniformità di risultati e contribuisce al concreto monitoraggio del ciclo di fornitura del caffè sotto il profilo dell’efficacia e dell’efficienza. Attraverso l’approccio per KPI, l’azienda ha modo di monitorare, in un’ottica di miglioramento continuo, la propria performance in fatto di sostenibilità;  lo standard funge, inoltre,  da riferimento per una valutazione sistematica delle differenze tra i vari contesti nazionali rappresentati nella supply chain, a supporto della pianificazione strategica e della fissazione degli interventi prioritari in ragione delle effettive esigenze degli stakeholder locali.

La certificazione di organismi terzi costituisce, infine, un modo di rapportarsi con l’opinione pubblica e di fare benchmarking in modo aperto, per intensificare la comunicazione con gli stakeholder e dare trasparenza alle strategie e alle performance legate alla sostenibilità.