DNV GL

Olio Farchioni, tradizione e sostenibilità

DNV GL - Business Assurance ha seguito lo sviluppo del protocollo QAS (Qualità, Ambiente e Sicurezza) di Farchioni, azienda leader nel mercato dell’olio, a garanzia di una produzione che da sempre segue rigorosi criteri di sostenibilità.

Contattaci

Camilla Campora Camilla Campora
External Communication Responsible

Vuoi saperne di più?

Richiedi informazioni
Condividi:
Stampa:

Farchioni incontra DNV Business Assurance Di tradizione secolare e con più di 35 marchi di oli di oliva di proprietà, Farchioni è uno dei leader del mercato dell’olio italiano e mondiale. La storia della Farchioni Olii SpA è inscindibile da quella della famiglia Farchioni, da ben sette generazioni impegnata nella lavorazione dei prodotti agricoli umbri e ancora oggi saldamente alla guida di un’azienda dove tradizione e passione si coniugano con l’innovazione tecnologica.

La tradizione produttiva della Farchioni Olii si è sempre ispirata a principi di sostenibilità. Oggi quei valori, che la famiglia nel corso dei decenni ha posto alla base del proprio modo di essere e fare azienda, trovano un’esplicitazione anche nel protocollo QAS: Qualità, Ambiente, Sicurezza

Darsi delle regole per offrire ai propri consumatori prodotti di qualità, rispettosi della salute umana e dell’ambiente è quello che la famiglia Farchioni ha sempre fatto. Il desiderio di formalizzare l’impegno nei confronti dei propri consumatori ha portato l’azienda a mettere a punto un vero e proprio protocollo produttivo (indentificato dall’apposizione del sigillo QAS su ogni confezione di olio) e a rivolgersi a un ente di terza parte indipendente come DNV GL- Business Assurance che potesse verificarne l’efficienza e confermarne la validità. Il protocollo QAS si ispira all’ISO 26000, lo standard internazionale di riferimento per la responsabilità sociale. Riassume le iniziative già intraprese dalla Farchioni Olii in materia di Qualità, Ambiente e Sicurezza e stabilisce gli obiettivi di miglioramento continuo a cui l’azienda deve attenersi.

Sintesi dei requisiti tecnici
Lo standard internazionale ISO 26000, a cui il protocollo di Farchioni si ispira, definisce le linee guida per ottimizzare i processi aziendali e operare in maniera socialmente responsabile così da soddisfare le aspettative economiche, ambientali e sociali di tutti gli stakeholder. Si basa su 7 principi fondamentali: responsabilità (accountability), trasparenza, etica, rispetto degli interessi di tutti gli stakeholders, rispetto delle leggi, rispetto delle norme di comportamento internazionali e rispetto dei diritti umani. 

In linea con gli obiettivi e i principi guida previsti dalla ISO 26000, il protocollo QAS si focalizza su 3 aree fondamentali:  la qualità, l’ambiente e la sicurezza. Sistematizza l’articolato insieme di specifiche tecniche e certificazioni relative alla qualità dei processi e dei prodotti, alla tutela ambientale e alla sicurezza degli alimenti (e quindi dei consumatori) e dei lavoratori, che già contraddistinguono l’attività della Farchioni Olii, oltre a porre le basi per continuare a crescere all’insegna della sostenibilità.  

Tra gli obiettivi futuri più rilevanti contemplati dal protocollo ci sono, ad esempio, la redazione di un bilancio sociale e lo sviluppo di sistemi di controllo dell’impronta di carbonio e dell’impronta idrica, che quantificano rispettivamente l'impatto delle attività della società sull'ambiente in termini di ammontare di gas serra prodotti e il volume totale di acqua dolce utilizzata. 


Qualità dei processi e dei prodottiModello di Organizzazione e Gestione - ex D.Lgs 231, 
Bilancio sociale, strumento con il quale un’organizzazione rende 


Il protocollo QAS in etichetta
Il logo distintivo del protocollo QAS è riportato nell’etichetta sulla parte frontale di ogni confezione di olio a marchio Farchioni. Sul retro delle confezioni, invece, è posto un QR code che rimanda a una pagina sul sito di Farchioni dove i consumatori possono trovare tutte le specifiche relative al protocollo Qualità Ambiente e Sicurezza.  


Risultati

L’olio Farchioni è sempre stato prodotto seguendo criteri di sostenibilità ma, forse, lo sapevano in pochi. Formalizzare il proprio impegno attraverso la definizione di un protocollo ha permesso a Farchioni di concretizzarne il valore, grazie alla riconoscibilità che ne deriva per il consumatore e per tutti gli stakeholder coinvolti nel processo produttivo. Aspetto non trascurabile soprattutto per un’azienda alimentare che produce olio, per cui la gestione del rapporto con le autorità e - soprattutto - con il territorio e la comunità in cui opera sono centrali.  

Seguire un protocollo per una produzione sostenibile ha anche altri vantaggi pratici, a partire dall’ottimizzazione dei processi e della conseguente riduzione dei costi, nonché del  miglioramento della qualità del prodotto e quindi dell’incremento del vantaggio competitivo.