DNV GL

Breadcrumbs

Cibus 2016: l’impronta ambientale del prosciutto di Parma D.O.P. con osso di Fontana Ermes è calcolata e verificata

Condividi:
Stampa:
FontanaErmes
Pier Arnaldo Fontana di Fontana Ermes celebra ufficialmente il proprio impegno al miglioramento continuo insieme a DNV GL.

Nel giorno di apertura di Cibus 2016, Francesco Di Sarno, Regional Food & Beverage Manager, DNV GL - Business Assurance, ha consegnato a Pier Arnaldo Fontana, Amministratore Delegato di Fontana Ermes, il rapporto di verifica e validazione della Carbon Footprint del “Prosciutto di Parma D.O.P. con osso Fontana” - Anno 2014. 

L'impronta ecologica, o Carbon Footprint, è un indicatore utilizzato per valutare il consumo di risorse naturali effettuato da un individuo, da un prodotto o da una organizzazione rispetto alla capacità del Pianeta di rigenerare tali risorse. In questo caso DNV GL ha verificato che le dichiarazioni relative alla quantificazione della carbon footprint del Prosciutto di Parma D.O.P.  avessero rispettato gli standard riconosciuti a livello internazionale e specifici per questa tipologia di impatto ambientale (ISO 14040:2006, ISO 14044:2006 e ISO/TS 14067:2013).

Pier Arnaldo Fontana ha dichiarato: “La nostra azienda è da sempre attenta e rispettosa nei confronti dell’ambiente. Questo progetto rappresenta un'ulteriore conferma del nostro impegno. Insieme alle certificazioni ambientali ed energetiche che la nostra azienda mantiene già da diversi anni, infatti, questo studio ci ha permesso di elaborare nuovi dati e di lavorare ulteriormente sull’impatto ambientale: un contributo che ci impegniamo a portare avanti, per noi e per le future generazioni.”

Francesco Di Sarno ha aggiunto: “È stata una grande soddisfazione vedere uno dei nostri migliori clienti intraprendere questo percorso verso il miglioramento continuo, nel rispetto ambientale, degli stakeholder e dei consumatori. Una visione più ampia è possibile, seguendo principi di gestione sostenibili, sia nell’ottica di business che di salvaguardia delle generazioni future”.