DNV GL

Codice di Autoregolamentazione FAMI-QS vs 6: resta solo un anno per effettuare la transizione

FAMI QS

Il Codice FAMI-QS, sottoposto a un processo di revisione, è giunto alla versione 6 che dalla sua pubblicazione, il 2 ottobre 2017, sostituisce la versione 5.1. del Codice. Poiché dal 1 ottobre 2020 i certificati FAMI-QS versione 5.1 non saranno più validi, ricapitoliamo alcune informazioni importanti sulle modifiche apportate.

Le principali novità della versione 6

Ci sono cambiamenti sostanziali nel nuovo standard. Un cambiamento fondamentale è legato all'adeguamento comune per le norme dei sistemi di gestione ISO con una struttura di alto livello, un testo e definizioni comuni. Il sistema si basa ora sulla qualità e sulla sicurezza dei mangimi. Il FAMI-QS è quindi completamente ristrutturato rispetto alla versione 5.1. Un’altra modifica sostanziale è l'adattamento dello scopo per una comprensione globale. Sul certificato non ci saranno specifiche del tipo di ingrediente, secondo il registro UE, ma ci sarà solo la descrizione Specialty Feed Ingredients. 

Come prevenire frodi e alterazioni alimentari?

Le azioni per prevenire le frodi e le alterazioni alimentari sono incluse nel capitolo 4 del Codice. Tali azioni devono essere in linea con i requisiti previsti dal programma per l'integrità della catena di produzione. FAMI-QS sta al momento lavorando allo sviluppo della Supply Chain Integrity Module, un modulo che fornirà i requisiti per definire le azioni contro le frodi e la difesa dell’integrità dei mangimi. Durante l'audit, è necessario essere in grado di dimostrare all'auditor un piano d'azione per affrontare feed defence e feed fraud. Il piano d'azione (azioni non specifiche) riguarda la catena di produzione, nonché i processi svolti internamente. Nel caso in cui si possieda un certificato FSSC 22000 e il sistema di gestione fosse integrato, le azioni possono essere combinate. Se non verranno messe in atto le azioni sopra definite, una NC (non conformità) sarà rilasciata rispetto alla politica per la sicurezza dei mangimi.

I Documenti di Processo

Il campo di applicazione sarà dettagliato indicando l'attività, la produzione o la commercializzazione, e il processo di produzione da cui derivano gli ingredienti. Per ognuno di questi processi, FAMI-QS ha sviluppato i cosiddetti Documenti di Processo. Questi Documenti, che fungono da complemento al Codice FAMI-QS, forniscono linee guida specifiche per la gestione dei rischi associati a ciascun processo. 

Inoltre, è possibile scegliere di utilizzare la dicitura "Immissione sul mercato" sul certificato. Questa indicazione deve essere utilizzata in combinazione con il termine Produzione, se si producono prodotti propri o se questa attività è esternalizzata. Le categorie dei mangimi sono DI e/o K. In tutti gli altri casi è applicabile l'”Immissione sul mercato (commercio)”.

Se non si maneggiano (fisicamente) i prodotti o se gli ingredienti per mangimi speciali presenti sul mercato vengono acquistati da fornitori certificati con uno degli standard reciprocamente riconosciuti, la categoria della catena dei mangimi è la FII. Se si ri-confezionano o ri-etichettano dei prodotti, la categoria è FI. 

Audit non annunciati

È stato aggiunto un ulteriore audit non annunciato, in aggiunta agli audit di sorveglianza programmati. Gli audit non annunciati si applicano sia ai produttori sia ai commercializzatori. La partecipazione al programma di audit non annunciati è obbligatoria. Il certificato sarà sospeso in caso di rifiuto. L'audit non annunciato è un audit aggiuntivo con una durata minima di 0,5 MD (man-day). Si seguirà una procedura analoga a quella prevista per le verifiche non annunciate effettuate dalle autorità. In presenza di legittime ragioni, possono essere concordati in anticipo con DNV GL dei giorni di blackout per evitare periodi di estremo disagio e/o mancata produzione. I giorni di blackout devono essere comunicati a DNV GL entro due settimane dall'audit di iniziale o di ricertificazione.

Per il reporting di audit e la gestione dei certificati FAMI-QS v6 deve essere utilizzata la piattaforma Viasyst. Ciò include la comunicazione dell'auditor sulle non conformità rilevate durante l'audit. 

Disposizioni transitorie e validità dei certificati

Il periodo di transizione è iniziato con la pubblicazione del nuovo Codice e dura tre anni. I certificati FAMI-QS versione 5.1 non saranno più validi dopo il 1° ottobre 2020.

I certificati per il nuovo Codice possono essere rilasciati da DNV GL solo quando è stato concesso l'accreditamento per la nuova versione dello standard. Un audit di ricertificazione di transizione sarà effettuato secondo il nuovo Codice.

Alcune informazioni pratiche relative alla transizione del certificato:

  • Per mantenere la validità, i certificati rilasciati a fronte della versione 5.1 devono essere convertiti nella nuova versione prima del 1° ottobre 2020
  • La transizione alla nuova versione può essere effettuata durante qualsiasi ricertificazione o audit periodico nel periodo di transizione dopo che DNV GL ha ricevuto l'approvazione da parte di FAMI-QS
  • L'audit di transizione è un audit di ricertificazione in combinazione con un audit di fase 1. I certificati di transizione avranno una validità di 3 anni
  • La durata della Fase 1 sarà di 0.25-0.5MD a seconda del campo di applicazione e delle dimensioni. Solo con valida giustificazione la Fase 1 può essere omessa
  • È stata presentata una richiesta di revisione della lettera di approvazione ai sensi della versione 6 presso la Segreteria QS della FAMI-QS
  • Qualsiasi transizione autorizzata prima della data di approvazione dell'Accreditamento di DNV GL, ma dopo l'Approvazione di FAMI-QS, non sarà accreditata secondo la Versione 6. Una volta ricevuto l'accreditamento, questi certificati saranno riemessi con accreditamento
  • Una revisione dell'accordo sarà necessaria a causa dei nuovi requisiti della FAMI-QS. FAMI-QS Rules for Operators 

Fasi consigliate per garantire una corretta attuazione:

  • Familiarizzare con il nuovo Codice e le nuove regole e identificare le lacune organizzative che devono essere colmate per soddisfare i nuovi requisiti.
  • Identificare e integrare nel vostro sistema i documenti di procedura applicabili alle vostre operazioni. Gli operatori dovranno prendere in considerazione tutti i documenti di processo applicabili ai prodotti che commercializzano (come vengono prodotti).
  • I commercializzatori che vendono a nome proprio devono includere questi processi nella loro analisi dei rischi.
  • Riflettere sulle azioni di prevenzione delle frodi/alterazioni, sui rischi e sulle opportunità.
  • Sviluppare un piano di implementazione.
  • Fornire un training adeguato e sensibilizzare tutte le parti che hanno un impatto sull'efficacia del Sistema di gestione della sicurezza dei mangimi, all'interno della vostra organizzazione.
  • Aggiornare il sistema di gestione della sicurezza dei mangimi esistente per soddisfare i requisiti rivisti e verificarne l'efficacia.

Se avete domande relative alle modifiche e agli accordi per la transizione non esitate a contattare l'ufficio DNV GL locale.