DNV GL

DNV GL lancia il primo standard di tracciabilità per la plastica rigenerata dall'idrosfera

The Ocean clean up ship in the ocean

Lo standard pubblico creato da DNV GL fornisce una best practice per verificare l'autenticità (chain of custody) della plastica abbandonata negli oceani e nei fiumi e rinsaldare la fiducia dei consumatori in nuovi prodotti realizzati in plastica riciclata.

Il problema dei rifiuti oceanici composti da plastica è enorme e per risolverlo richiede una tecnologia innovativa e risorse significative. 
Inoltre, recuperare la plastica dagli oceani e dai fiumi è solo il primo passo per fronteggiare una delle più grandi minacce alle risorse idriche del nostro mondo. Ci sono attualmente migliaia di miliardi di rifiuti di plastica nei nostri oceani, a cui si aggiungono una stima di 8 milioni di rifiuti ogni giorno.  

La proporzione necessariamente richiede per il futuro della plastica il passaggio da una produzione lineare ad una circolare.
"Utilizzare la plastica abbandonata per prodotti nuovi è essenziale. Trasformare i rifiuti in oggetti di valore, che i consumatori sono disposti a pagare, consente un modello di business circolare che non solo risolve il problema di come smaltire la spazzatura", dice Nicola Privato, Global Operations e Technical Director, DNV GL - Business Assurance.
"Poiché i clienti sono desiderosi di acquistare tali prodotti e le aziende, anche i grandi marchi, sono disposti a contribuire, i proventi delle vendite possono essere utilizzati per finanziare ulteriormente la pulizia. Tuttavia, le persone disposte a spendere dei soldi per questi prodotti devono avere una garanzia della loro autenticità, ovvero che la plastica utilizzata provenga effettivamente dall'oceano." 

Molti degli sforzi e delle performance sostenibili di un prodotto o di un'azienda, anche quando significative, possono restare completamente nascosti o difficili da condividere con i consumatori in modo affidabile. Inoltre, potrebbe rendersi necessario controbattere le affermazioni errate di autenticità oppure di percentuali  di plastica rigenerata contenuta nei prodotti. Per affrontare questo problema e costruire fiducia nell'economia circolare della plastica oceanica, The Ocean Cleanup si è messo in contatto con DNV GL. 

"Per dare ai nostri sostenitori una garanzia maggiore che i nostri prodotti siano effettivamente fatti di plastica proveniente dal Great Pacific Garbage Patch, sapevamo che avevamo bisogno del supporto di un organismo di terza parte indipendente e rispettabile, - ragione per cui abbiamo ingaggiato DNV GL, come ente di verifica leader nel mondo. Grazie al loro nuovo standard, speriamo di accrescere la fiducia dei nostri sostenitori nei prodotti The Ocean Cleanup, che saranno presto svelati", dice Leonardo Avezzano, Head of Valorization presso The Ocean Cleanup. 

Lo standard DNV GL è il primo nel suo genere, in grado di garantire l'autenticità, l'origine e la quantità di plastica rigenerata in un prodotto. Questo tipo di tracciabilità e trasparenza deve essere costruito dall'inizio della catena del valore, richiedendo un processo di verifica end-to-end dall'estrazione offshore all'atterraggio onshore, al trasporto, fino alla produzione e alla vendita. 

Se The Ocean Cleanup è stato un pioniere, lo standard è pubblico e disponibile a qualsiasi organizzazione per l'applicazione e la certificazione.  Qualsiasi organizzazione che voglia avere la propria plastica certificata deve prima capire i requisiti dello standard e implementare processi conformi lungo l'intera catena di valore o parti di essa.  Il processo di verifica garantisce la piena tracciabilità della plastica abbandonata che viene raccolta consentendo ai consumatori stessi di verificare l'autenticità al momento dell'acquisto del prodotto.

Photo: The Ocean Cleanup