DNV GL

Breadcrumbs

Imprese e tecnologie: fotografia dell’Italia 4.0

Condividi:
Stampa:
Impresa 4.0_Service_Iperammortamento
Qual è il tasso di adozione delle tecnologie 4.0? E quale il ruolo degli incentivi sugli investimenti? Il Ministero per lo Sviluppo economico ha presentato l’indagine svolta in collaborazione con il MET, condotta tra ottobre 2017 e febbraio 2018, su un campione di circa 23.700 imprese.

Il Ministero per lo Sviluppo economico ha presentato l’indagine svolta in collaborazione con il MET, condotta tra ottobre 2017 e febbraio 2018, su un campione di circa 23.700 imprese, rappresentativo della popolazione dell’Industria in senso stretto e dei servizi alla produzione, di tutte le classi dimensionali (incluse quelle con meno di 10 addetti) e di tutte le regioni italiane. 

Dai dati risulta che l'8,4% delle imprese manifatturiere italiane utilizza almeno una tecnologia 4.0. A questa quota si aggiunge un ulteriore 4,7% di imprese che hanno in programma investimenti specifici nel prossimo triennio. Le imprese “tradizionali”, ovvero che non utilizzano tecnologie 4.0 e non hanno in programma interventi futuri, rappresentano ancora la grande maggioranza della popolazione industriale (86,9%). 

Le cose cambiano sensibilmente nelle aziende di medie/grandi dimensioni. Il picco naturalmente si registra oltre i 50 dipendenti: 32,2% di utilizzatori fino a 249 e 45,2% oltre i 250. 

L'indagine evidenzia come nel processo di trasformazione 4.0 il ruolo delle politiche pubbliche sia stato incisivo: il 56,9% delle imprese 4.0 dichiara di aver utilizzato almeno una misura di sostegno pubblico rispetto al 22,7% delle analoghe imprese non impegnate nelle tecnologie in esame. Le imprese hanno utilizzato in larga prevalenza il super ammortamento e l'iper ammortamento (36,8% nel caso delle imprese 4.0 e 12,8% tra le imprese tradizionali), il Credito d'imposta per le spese in R&S (17,0% vs 3,1%), la Nuova Sabatini (19,8% vs 4,7%) e i fondi di garanzia (11,3% vs 2,8%). 

Vai al Report completo e alle slides.

DNV GL ha ottenuto da Accredia l’accreditamento per il rilascio delle Attestazioni di Conformità Industry/Impresa 4.0. ed è pronta ad affiancare le aziende attraverso varie tipologie di servizi:

  • Assessment Pre-Attestazione che prevede il rilascio di un Report di valutazione che indica se l’investimento previsto ricade tra quelli coperti dai benefici fiscali,
  • Attestazione di Conformità per investimenti sopra i 500 mila euro come previsto dalla Legge di Bilancio 2018,
  • Attestazione per  investimenti sotto i 500 mila euro: fornisce un'ulteriore garanzia all’organizzazione che deve produrre la dichiarazione del legale rappresentante.
L’Attestato di Conformità e l’Analisi tecnica (secondo quanto previsto dalla Circolare congiunta 04 del Ministero dello Sviluppo Economico e dalla Direzione centrale normativa dell’Agenzia delle Entrate del 30/03/17), attesta che:
  • il bene possiede caratteristiche tecniche tali da includerlo negli elenchi di cui agli allegati A e B della Legge 11 dicembre 2016, n. 232,
  • il bene è interconnesso al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura.

Il processo di verifica per l’Attestazione di Conformità comporta una serie di attività:

  • la raccolta delle informazioni preliminari relative al bene oggetto della valutazione;
  • la verifica della fattibilità del rilascio dell'attestazione;
  • l’Esame Documentale: analisi della documentazione tecnica per la verifica dei requisiti tecnici posseduti dal bene. L’attività documentale deve essere svolta e completata positivamente prima della programmazione della successiva Verifica di Interconnessione;
  • la Verifica di interconnessione: verifica del bene all’interno del sistema produttivo in cui esso è inserito; questa fase viene condotta quando il bene è installato, è pienamente operativo ed è interconnesso;
  • il rilascio dell’Attestazione di Conformità e dell’Analisi Tecnica a conclusione positiva della valutazione.
Leggi in nostro approfondimento: Iper e Super Ammortamento