DNV GL

Breadcrumbs

Progetto Viva - aggiornati i disciplinari tecnici

Condividi:
Stampa:
Vino_Uva_1134x300
Sono stati pubblicati lo scorso 1 Settembre 2016 i nuovi regolamenti dedicati al Progetto Viva composti entrambi da quattro singoli disciplinari tecnici relativi ai quattro indicatori: Aria, Acqua, Vigneto e Territorio.

I nuovi disciplinari Viva aggiornano e sostituiscono le versioni precedenti rendendo più semplice ed efficace l’applicazione del progetto VIVA, aumentandone la fruibilità per tutti gli operatori del settore e sono il frutto dell’esperienza maturata durante gli anni di sperimentazione del progetto e dal confronto con gli stakeholder già certificati.

Le modifiche, realizzate dagli esperti del ministero dell'Ambiente e del Centro Opera dell'Università Cattolica del Sacro Cuore permettono una riduzione significativa dei tempi e dei costi per la raccolta e l’elaborazione dei dati, così come per le attività di verifica, senza perdere di vista il rigore metodologico e le peculiarità che rendono Viva, il progetto nazionale di riferimento del settore vitivinicolo.

Di seguito le principali novità introdotte dai nuovi disciplinari:

  • possibilità di applicare gli indicatori Viva all'azienda nel suo complesso;
  • specifiche check-list per ottimizzare le fasi di raccolta dati;
  • software-web di supporto alle aziende sia per l'analisi di prodotto sia per l'analisi dell’organizzazione;
  • manuali operativi per l'uso dei software-web e dettagliate indicazioni metodologiche per guidare aziende e consulenti nella fase di calcolo e nell'elaborazione degli studi;
  • database dei fattori di emissione, relativi all'indicatore Aria, specifici per il progetto Viva per garantire il confronto delle prestazioni ambientali nel tempo;
  • sviluppo e ampliamento del campo di applicazione dell'indicatore Territorio con l'inserimento di importanti aspetti relativi alla cultura e alla scelta di eventuali conferitori di uva e vino;
  • nuova etichetta Viva specifica per i mercati internazionali.
Oltre alle modifiche sono inoltre stati introdotti 2 nuovi disciplinari:
  1. 2016/Disciplinare Viva prodotto - La sostenibilità nella vitivinicoltura in Italia /2.0;
  2. 2016/Disciplinare Viva organizzazione - La sostenibilità nella vitivinicoltura in Italia /2.0.

Così come i disciplinari già presenti fin dalla fondazione del progetto VIVA anche questi nuovi arrivi sono composti da quattro singoli disciplinari tecnici relativi ai quattro indicatori Viva: Aria, Acqua, Vigneto, Territorio e due allegati riguardanti rispettivamente le attività di verifica e le linee guida per l'etichettatura e per la comunicazione dei risultati.

Per ricevere una copia del disciplinare è sufficiente inviare una e mail al seguente indirizzo ravaglia.pieter@minambiente.it, allegando il modulo di richiesta disponibile a questo link

L’ente di certificazione internazionale DNV GL ha partecipato alla redazione dei disciplinari tecnici alla base di ciascun indicatore ed ha verificato le performance di sostenibilità di 11 delle 24 cantine inserite nell'elenco Viva. Di seguito l'elenco delle aziende certificate da DNV GL: 

  1. Castello Montevibiano Vecchio;
  2. F.lli Gancia & Co;
  3. Marchesi Antinori;
  4. Masi Agricola;
  5. Michele Chiarlo;
  6. Planeta;
  7. Tasca d’Almerita;
  8. Venica&Venica;
  9. Cantina Settecani - Castelvetro Soc. Agr. Coop.;
  10. Principi di Porcìa;
  11. Cantine Riunite & CIV.
Per ulteriori informazioni sul servizio V.I.V.A. Sustainable Wine offerto da DNV GL vi invitiamo a contattare i nostri esperti.