DNV GL

Certificazione dei mobili (domestici e non)

La principale norma di riferimento per la certificazione di mobili domestici è la UNI EN 14749. Per la certificazione di mobili in ambito non domestico esistono le norme UNI EN 16121 e la UNI EN 16122.

Contattaci

Vuoi saperne di più?

Richiedi informazioni

Per richiedere una quotazione

Clicca qui
Condividi:
Stampa:
Mobili2_1134x300

Per la certificazione di mobili in ambito domestico, la principale norma di riferimento è la UNI EN 14749:2005 “Mobili contenitori e piani di lavoro per uso domestico e per cucina - Requisiti di sicurezza e metodi di prova”, mentre per la certificazione di mobili in ambito non domestico esistono le norme UNI EN 16121: 2013 “Requisiti per la sicurezza, la resistenza, la durabilità e la stabilità” e la UNI EN 16122: 2013 “Metodi di prova per la determinazione di resistenza, durabilità e stabilità”. 

Tutte le norme hanno lo scopo di valutare la conformità dei prodotti ai requisiti di sicurezza o di resistenza, testando il superamento di determinate soglie prestazionali o di oggettivi livelli di prova.

Alcuni esempi di prove eseguite:

  • Prova di apertura e chiusura con urto delle porte.
  • Prova di resistenza e durata delle porte al carico verticale.
  • Prova di apertura con urto dei cassetti.
  • Prova di resistenza e durata delle guide dei cassetti.
  • Prove d'urto per i componenti in vetro verticali.

L’iter di Certificazione prevede un’analisi del Fascicolo Tecnico del prodotto, un audit sui processi gestionali e produttivi ed un campionamento degli elementi da sottoporre a test in laboratori accreditati.