DNV GL

Certificazione F-Gas: personale operante con taluni gas fluorurati

Il Protocollo di Kyoto contempla la riduzione di tre gruppi di gas fluorurati ad effetto serra: gli idroflurocarburi (HFC), principalmente utilizzati come refrigeranti, solventi detergenti e agenti espandenti; gli iperfluorocarburi (PFC) utilizzati nella fabbricazione di semiconduttori, come solventi detergenti e agenti espandenti e l’esafluoruro di zolfo (SF6), usato negli interruttori ad alta tensione e nella produzione di magnesio.

Contattaci

Vuoi saperne di più?

Richiedi informazioni

Per richiedere una quotazione

Clicca qui
Condividi:
Stampa:
illustration image dnvgl.com
Obiettivi
Nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea L. 150/19 del 20.5.2014 è stato pubblicato il regolamento (UE) N. 517/2014 del 16 aprile 2014 sui gas fluorurati a effetto serra, che abroga il regolamento (CE) n. 842/2006 e si applica a decorrere dal 1° gennaio 2015. Il nuovo regolamento modifica e integra l’oggetto del regolamento (CE) n. 842/2006, che dovrebbe pertanto essere abrogato. Tuttavia, per garantire una transizione quanto più possibile armoniosa tra il vecchio regime e il nuovo regime, è previsto che i regolamenti (CE) n. 303/2008, (CE) n. 304/2008, (CE) n. 305/2008, (CE) n. 306/2008, (CE) n. 307/2008 e (CE) n. 308/2008 della Commissione restino in vigore e continuino ad applicarsi a meno che e fintantoché non siano abrogati da atti delegati o di esecuzione adottati dalla Commissione ai sensi del nuovo regolamento. All’interno del Regolamento sono contenuti una serie di disposizioni che hanno come obiettivo la riduzione delle emissioni, attraverso l’istituzione, da parte degli Stati membri, di programmi di certificazione e di formazione del personale che svolge il controllo per individuare le perdite, il recupero, il riciclo, la rigenerazione e la distruzione dei gas fluorurati.

Vantaggi

I gas fluorurati ad effetto serra hanno un potenziale di riscaldamento globale molto più alto rispetto alla CO2 (circa mille volte superiore). Poiché questi gas sono disciplinati dal Protocollo di Kyoto, la riduzione delle emissioni contribuirà al conseguimento degli obiettivi dell'Unione europea nel quadro del protocollo. La certificazione, diventa un requisito fondamentale per continuare ad operare. Anche all’interno del nuovo regolamento (UE) N. 517/2014 del 16 aprile 2014 è previsto l’obbligo di certificazione delle persone fisiche che svolgono attività di:
  • installazione, assistenza, manutenzione, riparazione o smantellamento di apparecchiature fisse di refrigerazione e di condizionamento d’aria, pompe di calore fisse, e apparecchiature fisse di protezione antincendio, commutatori elettrici ma anche di celle frigorifero di autocarri e rimorchi frigorifero;
  • controlli delle perdite nelle apparecchiature fisse di condizionamento d’aria, pompe di calore fisse; apparecchiature fisse di protezione antincendio e celle frigorifero di autocarri e rimorchi frigorifero;
  • recupero di gas fluorurati a effetto serra da circuiti di raffreddamento di apparecchiature fisse di refrigerazione, di condizionamento d’aria fisso e di pompe di calore fisse, circuiti di raffreddamento di unità di refrigerazione di autocarri e rimorchi frigorifero, apparecchiature fisse contenenti solventi a base di gas fluorurati a effetto serra; apparecchiature fisse di protezione antincendio e commutatori elettrici fissi.

DNV GL è in grado di supportare le persone che desiderano ottenere tale certificazione proponendo una convenzione con CEPAS relativamente alla certificazione del personale in accordo al Regolamento Tecnico RT28. Il processo di certificazione delle persone avviene tramite un esame per la valutazione delle conoscenze teoriche e pratiche possedute (l’esame varia a seconda della qualifica richiesta dal candidato). 

La convenzione prevede uno sconto del 15% per i clienti DNV GL che desiderano accedere alla certificazione CEPAS.