DNV GL

EMAS

EMAS

Contattaci

Vuoi saperne di più su questo servizio?

Prenota una call

Per richiedere una quotazione

Clicca qui

L'Eco Management and Audit Scheme (EMAS) aiuta tutte le organizzazioni che vogliono sottoporre le proprie prestazioni ambientali a valutazione.

L’obiettivo principale del governo pubblico dell’ambiente di prevenire il degrado ambientale predisponendo standard minimi per le performance dei soggetti inquinatori (imposti principalmente da strumenti di tipo command and control), non è incompatibile con l’adozione di strumenti che permettono ai soggetti economici di migliorare ulteriormente tali limiti scegliendo attivamente ambiti e priorità d’azione. 

L’utilizzo integrato di tali strumenti può garantire il perseguimento di obiettivi di diversa natura, aumentando l’efficacia complessiva della politica ambientale. Perché questo si verifichi è indispensabile che la cooperazione tra le autorità pubbliche, le imprese e gli attori sociali in generale, avvenga armonizzando e coordinando gli obiettivi e le azioni di ciascun soggetto coinvolto. Nell’ambito di tali strumenti di politica ambientale contraddistinti dalla volontarietà e da un comportamento pro-attivo dei soggetti economici, i sistemi di gestione ambientale hanno assunto negli ultimi anni un ruolo importante. Tali schemi, che consentono alle organizzazioni di ottenere un riconoscimento dell’efficienza delle proprie prestazioni ambientali, sono rappresentati a livello Comunitario dal Regolamento EMAS e a livello internazionale, dalla norma ISO 14001


Pubblicato per la prima volta nel 1993, il Regolamento EMAS è stato revisionato nel 2001 e poi nel 2009. A seguito della pubblicazione della nuova norma ISO 14001, è stato successivamente modificato nell’agosto del 2017. Esso concentra l’attenzione sulle prestazioni ambientali che l’organizzazione s’impegna a conseguire e sulle modalità di comunicazione delle stesse, attraverso la Dichiarazione Ambientale  EMAS convalidata da un ente terzo accreditato

Certificazione EMAS, che cos'è?

La certificazione EMAS o registrazione EMAS, meglio detta Dichiarazione Ambientale EMAS, è l'elemento chiave del percorso EMAS ed è uno degli strumenti più avanzati di cui dispongono le organizzazioni per comunicare le proprie prestazioni ambientali agli stakeholder.
Per validare la conformità dell'organizzazione al Regolamento EMAS, è necessario che un ente terzo accreditato verifichi il sistema di gestione ambientale (SGA) che è un mezzo e non un fine, per il conseguimento dei risultati ambientali attesi definiti dall’organizzazione, oltre alla verifica del rispetto degli obblighi previsti norme e leggi applicabili, oltre a quelli a cui l’organizzazione ha deciso di aderire volontariamente.

L’attività di audit dell’ente terzo per una certificazione ambientale EMAS si concentra principalmente sulla verifica che:

  • il Sistema di Gestione Ambientale (SGA) sia conforme alla legislazione ambientale applicabile; 
  • il SGA sia applicato, operativo ed efficace secondo quanto previsto dall’Allegato II del Regolamento; 
  • sia disponibile la Dichiarazione Ambientale EMAS conforme all’Allegato IV del Regolamento, che funge da certificato EMAS, e che i dati in essa contenuti siano oggettivamente verificabili.

Revisione allegato IV

Il 19 dicembre 2018 è stato emanato il Regolamento (UE) 2018/2026 della Commissione Europea che modifica l'allegato IV del regolamento (CE) n. 1221/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio sull'adesione volontaria delle organizzazioni a un sistema comunitario di ecogestione e audit (EMAS). In base alla revisione dell'allegato IV del regolamento EMAS, dal 9 gennaio 2019 sono entrati in vigore i nuovi requisiti per la redazione della Dichiarazione Ambientale. Le novità principali riguardano:
  • modifica dell’indicatore di efficenza energetica;
  • modifica uso del suolo in relazione alla biodiversità;
  • maggiore flessibilità nella scelta delle unità di misura e del dato B;
  • introduzione di informazioni qualitative in assenza di informazioni quantitative relative agli aspetti ambientali diretti e indiretti.
L’art 2 stabilisce che dopo il 9 genanio 2020 tutte le Dichiarazioni Ambientali debbano essere redatte secondo quanto stabilito dall’allegato IV del Re UE 2026/2018. Tutte le attività di verifica e convalida saranno svolte rispettando le periodicità dei rinnovi o aggiornamenti di registrazione stabiliti con il verificatore.  Prima di questa data, le organizzazioni registrate Emas, possono continuare a redarre la Dichiarzione Ambientale ai sensi del precedente allegato IV del Reg CE 1221/2009. Per saperne di più visita il sito di ISPRA - Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale.

Contattaci

Vuoi saperne di più su questo servizio?

Prenota una call

Per richiedere una quotazione

Clicca qui

Servizi collegati: