DNV GL

Gli standard per l'imballaggio degli alimenti: BRC IoP e GMP FEFCO

Il BRC Global Standard for Packaging and Packaging Materials (BRC IoP) fornisce precise indicazioni in materia di sicurezza e qualità per i produttori di imballaggi. Lo standard GMP FEFCO si rivolge specificamente ai produttori di imballaggi di cartone ondulato e teso.

Contattaci

Vuoi saperne di più?

Richiedi informazioni

Per richiedere una quotazione

Clicca qui
Condividi:
Stampa:
BRC Global Standard for Packaging and FSSC 22000

Tali standard coprono in modo approfondito le tematiche dell'igiene e della sicurezza dei prodotti in tutta l'industria del packaging.

I produttori di imballaggi sono profondamente coinvolti nella catena del food ed hanno un ruolo importante per la sicurezza degli alimenti. Per consentire ai produttori di packaging di far fronte a tale responsabilità, questi standard forniscono indicazioni specifiche sulla cui base realizzare un sistema per la gestione della sicurezza ampiamente riconosciuto.

Queste norme fanno inoltre riferimento ai requisiti di “due diligence”* cui devono attenersi produttori, assemblatori, confezionatori e commercianti al dettaglio di imballaggi per alimenti.

Cosa rappresentano questi standard

Tutti i materiali che vengono a contatto con gli alimenti, soprattutto gli imballaggi, possono alterarne la sicurezza sia attraverso contaminazione sia per protezione inadeguata. 

Lo standard BRC IoP, sviluppato da British Retailers in collaborazione con l'Institute of Packaging, e quello GMP FEFCO, sviluppato dai produttori di imballaggi europei, indicano i requisiti indispensabili per garantire la sicurezza alimentare applicando i principi HACCP (Hazard Analysis & Critical Control Points) e GMP (Good Manufacturing Practice) specifici per questo segmento del settore agroalimentare.

Lo standard BRC IoP richiede:

  • l'adozione di un sistema formale di analisi dei pericoli; 
  • la realizzazione di un sistema di gestione documentato; 
  • il controllo della produzione a livello di procedure, prodotti, processi e personale dedicato.

Lo standard internazionale GMP FEFCO è basato sull'assunzione che non esiste un “Punto di Controllo Critico” per i processi di produzione di imballaggi in cartone, perché tutti i rischi vengono adeguatamente controllati attraverso l’applicazione delle GMP (buone pratiche di produzione). A tale scopo viene quindi fornito un generico "inventario dei rischi” per ogni singolo impianto produttivo e un insieme di regolamenti GMP, specifici per il settore.

I vantaggi degli standard per l’imballaggio degli alimenti

La filiera della sicurezza agroalimentare e la filiera della “due diligence”, ad essa collegata, sono basate sul contributo di tutti gli attori coinvolti. 

Questi standard offrono molteplici benefici: 

  • permettere al produttore di packaging di attestare il proprio status ai rivenditori di alimenti e ad altre organizzazioni, attraverso un’unica verifica secondo le scadenze previste dallo schema di certificazione;
  • coprire tutti gli aspetti dell’igiene e della sicurezza dei prodotti per l’industria del packaging;
  • assicurare che i fornitori utilizzati dai produttori di imballaggi applichino le buone pratiche di igiene e partecipino attivamente alla filiera “due diligence”;
  • assicurare che, attraverso l’attività di sorveglianza e la conferma del follow-up sulle azioni correttive, venga messo in atto un sistema di auto-miglioramento dell'igiene e della sicurezza del prodotto.

*I requisiti di “due diligence” esprimono la capacità di dimostrare di aver adottato tutte le misure ragionevoli per limitare i rischi ed evitare il verificarsi di incidenti.