DNV GL

Come valutare l’impatto ambientale di prodotto o servizio (Carbon Footprint)

Con il termine generico di “impronta di carbonio” (carbon footprint) si intende l’ammontare totale di gas ad effetto serra emessi direttamente o indirettamente da un prodotto o un servizio, durante il suo ciclo di vita, ed è un indicatore dell’impatto che le attività umane hanno sui cambiamenti climatici.

Contattaci

Vuoi saperne di più?

Scrivici

Vuoi iscriverti a questo corso?

Clicca qui
Condividi:
Stampa:
Ambiente_Energia1134x300

Training Information

  • Durata del corso:

    2 giorni

  • Prerequisiti:

    Nessuno

  • Prezzo:

    € 600 + IVA

  • Ulteriori informazioni:

    Per iscriversi cliccare sul box in alto a destra "Clicca Qui". Sarete reindirizzati nella nuova area riservata dove, una volta scelta la data del corso, per procedere con l'iscrizione, vi verrà chiesto di registrarvi. Per una visualizzazione ottimale durante la navigazione raccomandiamo l'utilizzo dei Browser Firefox e Chrome.

  • Ambiente ed energia:

    Come valutare l’impatto ambientale di prodotto o servizio (Carbon Footprint)

Date disponibili

Questo corso può essere erogato anche "in house".
Mese
Giorno
Luogo
Mese
Marzo
Giorno
21-22
Luogo
Bologna
Mese
Luglio
Giorno
26-27
Luogo
Milano
Mese
Novembre
Giorno
14-15
Luogo
Firenze

Calcolare e comunicare l’impronta ambientale di un prodotto o di un servizio è la migliore risposta alla crescente consapevolezza dei consumatori che chiedono di aver parte nel percorso di riduzione delle emissioni globali: la trasparenza e credibilità dei dati “a norma” permetterà quindi scelte di acquisto più consapevoli.

Obiettivi
Fornire una conoscenza generale dei concetti relativi al Carbon Management e presentare strumenti e fattori di successo per una profittevole gestione delle emissioni.

Destinatari
Responsabili della gestione degli inventari di gas serra e nel monitoraggio delle emissioni, Energy Manager, Consulenti ambientali, CSR Manager.

Contenuti

  • La misura del Carbon Footprint di prodotti e servizi secondo la norma ISO TS 14067:2013;
  • La valutazione delle performance della supply chain;
  • Il Life Cycle Assessment secondo la serie 14040;
  • L’EPD (environmental product declaration);
  • Le norme di riferimento e le linee guida;
  • La certificazione;
  • Il mercato volontario.
Esercitazioni: caso di studio incentrato sulla mappatura delle emissioni di CO2 di un prodotto.