DNV GL

Corso base Trattamento Acque Reflue per Auditor Ambientali

La corretta valutazione delle performance funzionali di un impianto di depurazione biologico di acque reflue civili e/o industriali.

Contattaci

Vuoi saperne di più?

Scrivici

Vuoi iscriverti a questo corso?

Clicca qui
Condividi:
Stampa:
Ambiente_Energia1134x300

Training Information

  • Durata del corso:

    1 giorno

  • Prerequisiti:

    Nessuno

  • Prezzo:

    € 300 + IVA

  • Ulteriori informazioni:

    Per iscriversi cliccare sul box in alto a destra "Clicca Qui". Sarete reindirizzati nella nuova area dove potrete procedere con l'iscrizione. Per una visualizzazione ottimale durante la navigazione raccomandiamo l'utilizzo dei Browser Firefox e Chrome.

  • Ambiente ed energia:

    Corso base Trattamento Acque Reflue per Auditor Ambientali

  • Quando:
    Aggiungi al calendario 2017/11/08 09:00 2017/11/08 17:30 Corso base Trattamento Acque Reflue per Auditor Ambientali La corretta valutazione delle performance funzionali di un impianto di depurazione biologico di acque reflue civili e/o industriali.
    https://www.dnvgl.it/training/corso-base-trattamento-acque-reflue-per-auditor-ambientali-102604
    In questo modo si aggiunge esclusivamente la data al calendario, vi invitiamo a completare la registrazione.
    false YYYY/MM/DD akeGphYOczrmtQTfhmEQ22349

Date disponibili

Questo corso può essere erogato anche "in house".
Mese
Giorno
Luogo
Mese
Novembre
Giorno
8
Luogo
Vimercate

La depurazione degli scarichi industriali ha avuto negli ultimi anni un notevole impulso al miglioramento e al ricorso a nuove tecnologie sotto la spinta di diversi strumenti normativi che vanno al di là di quanto richiesto dal D.Lgs. 152/2006 e successivi aggiornamenti.

Nelle nuove procedure di Autorizzazione Integrata Ambientale le autorità competenti si stanno muovendo, seppur con cautela, verso richieste specifiche alle aziende che riguardano sia il ciclo tecnologico produttivo sia l’impianto di depurazione delle acque, sulla base della spinta dei BREF pubblicati dalla Unione Europea per le Migliori Tecnologie Disponibili. Queste richieste tendono a richiedere cicli sempre meno idroesigenti ed in ogni caso forti di processi di recupero e di riciclo interni al processo. Analoga pressione viene esercitata sulle aziende che si certificano ISO 14001, EMAS o ECOLABEL, procedure volontarie che implicano però precisi impegni di un continuo miglioramento tecnologico-ambientale.

Obiettivi

Il programma è mirato a fornire ad Auditors ambientali, Responsabili di Gestione Ambientale non tecnici o con formazione tecnica non specialistica e neo Gestori di Impianti di Depurazione, elementi di base per valutare efficacemente le performance del sistema di depurazione acque attraverso mezzi semplici e attenta osservazione.

La capacità valutativa di un auditor ambientale o di un responsabile di gestione ambientale è spesso limitata dallo scarso tempo a disposizione e dalla sostanziale assenza di disponibilità di mezzi diagnostici semplici ma efficaci per valutare il funzionamento effettivo dell'impianto.

L'attenta osservazione di alcuni particolari, siano essi di tipo impiantistico o biologico o comportamentali, rivela inequivocabilmente la reale natura del sistema e la qualità della gestione. Ed è verso questi particolari e alle deduzione dirette e indirette implicate nel processo di analisi dei fatti che il Corso tende a fornire elementi oggettivi di riscontro, mettendo il discente in grado di porsi correttamente verso un dubbio o una incertezza sia essa di progetto, di processo o documentale.

Il Corso, a carattere generalistico, fornirà puntuali indicazioni utili e comprensibili anche a non tecnici al fine di valutare in un ottica ISO 14000 la questione “ depurazione acque e affini “.

Particolare cura verrà data all'analisi della documentazione che usualmente accompagna la gestione di un sistema di depurazione acque sia essa relativa alla qualità dell'acqua e dei fanghi prodotti ( certificati di analisi), all'impianto vero e proprio (progetto tecnico) o alla gestione dei residui prodotti (formulari rifiuti) spesso indice utilissimo per capire l'effettiva consistenza del trattamento.

Destinatari
Destinatari del progetto sono Laurea in Ingegneria, Chimica, Biologia, Scienze Ambientali, Agraria o Diploma di Perito Chimico e Biotecnologico, Cultori della materia che, a valle dell’attività formativa, avranno acquisito competenze nei campi:

  • Gestione impianto di depurazione
  • Depurazione acque reflue 
  • Valutazione performance dell'impianto di depurazione 
  • Corretta lettura dei certificati analitici 
  • Valutazione dei dati
  • Gestione dei fanghi prodotti per il trattamento delle acque 
  • Valutazione dell'impatto di acque civili 
  • Valutazione dell'impatto di acque industriali
  • Valutazione dei processi aziendali in relazione allo scarico e all’eventuale recupero

Contenuti

  • Generalità di un impianto di depurazione biologico;
  • Pretrattamenti o trattamenti primari;
  • I trattamenti secondari:
    • I fanghi attivi;
    • Il percolatore biologico
    • La bioflottazione;
  • L'analisi e il controllo:
    • Il check-up dell'impianto;
    • L'analisi olfattiva: gli odori;
    • L'osservazione: osservazioni sul reattore a "fango attivo", osservazioni sul reattore a "percolamento", osservazioni sul reattore a " bioflottazione", osservazioni sul sedimentatore finale, osservazioni sui fanghi di supero prodotti e loro trattamento;
  • La registrazione dei dati e documentazione;
  • Il recupero dell'acqua.

Esercitazioni: Utilizzo pratico di alcune strumentazioni semplici (pHmetro, Ossimetro, Fotometro).

Prerequisiti
Nessuno

Il percorso avrà una durata di 1 giornate di 8 ore circa. A tutti i partecipanti verrà fornito una copia del Manuale pratico di primo livello per esaminare e capire la gestione di un impianto di depurazione acque reflue di tipo biologico a cura di Paolo Broglio e materiale aggiuntivo sotto forma di CD.