DNV GL

La direttiva Seveso

Corso Direttiva Seveso

Le direttive europee Seves", sul controllo dei pericoli di incidenti rilevanti in determinate attività industriali, hanno permesso in questi anni di identificare i siti a rischio e di avere norme e piani specifici di prevenzione limitando le conseguenze di eventuali incidenti.

Obiettivi del corso sulla Direttiva Seveso

La direttiva 96/82/CE - “Seveso II” in questi anni ha garantito un elevato livello di protezione in tutta l’Unione Europea, ma  è stato necessario adeguarla al nuovo sistema internazionale di classificazione delle sostanze chimiche, recepito con il regolamento CLP. E la successiva direttiva 2012/18/UE del 4 luglio 2012, la “Seveso III” - recepita in Italia con decreto legislativo n. 105 del 26 giugno 2015 – non solo ha allineato l’Allegato I (sostanze che rientrano nel campo di applicazione della direttiva) con le modifiche alla classificazione stabilite dal regolamento CLP, ma ha anche introdotto diverse novità per il controllo e la prevenzione dei rischi di incidenti rilevanti connessi con l’utilizzo di sostanze pericolose.

Il corso vuole identificare il quadro normativo di riferimento nell’ambito delle attività a rischio di incidente rilevante in Italia e dare un quadro di riferimento generale della legislazione applicabile in Italia (corpo legislativo nazionale e europeo).

Destinatari del corso sulla Direttiva Seveso

Responsabili ed addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione, consulenti in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, formatori e coordinatori alla sicurezza.

Contenuti del corso sulla Direttiva Seveso

Al fine di garantire il raggiungimento degli obiettivi, saranno affrontati  iseguenti argomenti:
  • La Direttiva Seveso
  • Industrie ARIR e Adempimenti
  • Ruoli delle PA e Decreti Attuativi
  • Sistemi di Controllo: Istruttorie e Verifiche
  • Accenno alla CLP-GHS
  • Seveso III

Contattaci

Vuoi saperne di più?

Scrivici

Per iscriverti vai alla fine della pagina, scegli la data e clicca sulla sede.

Durata del corso:

1 giorno

Prezzo:

300 euro + iva

Ambiente ed energia - Gestione del Rischio:

La direttiva Seveso

Obiettivi del corso sulla Direttiva Seveso

La direttiva 96/82/CE - “Seveso II” in questi anni ha garantito un elevato livello di protezione in tutta l’Unione Europea, ma  è stato necessario adeguarla al nuovo sistema internazionale di classificazione delle sostanze chimiche, recepito con il regolamento CLP. E la successiva direttiva 2012/18/UE del 4 luglio 2012, la “Seveso III” - recepita in Italia con decreto legislativo n. 105 del 26 giugno 2015 – non solo ha allineato l’Allegato I (sostanze che rientrano nel campo di applicazione della direttiva) con le modifiche alla classificazione stabilite dal regolamento CLP, ma ha anche introdotto diverse novità per il controllo e la prevenzione dei rischi di incidenti rilevanti connessi con l’utilizzo di sostanze pericolose.

Il corso vuole identificare il quadro normativo di riferimento nell’ambito delle attività a rischio di incidente rilevante in Italia e dare un quadro di riferimento generale della legislazione applicabile in Italia (corpo legislativo nazionale e europeo).

Destinatari del corso sulla Direttiva Seveso

Responsabili ed addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione, consulenti in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, formatori e coordinatori alla sicurezza.

Contenuti del corso sulla Direttiva Seveso

Al fine di garantire il raggiungimento degli obiettivi, saranno affrontati  iseguenti argomenti:
  • La Direttiva Seveso
  • Industrie ARIR e Adempimenti
  • Ruoli delle PA e Decreti Attuativi
  • Sistemi di Controllo: Istruttorie e Verifiche
  • Accenno alla CLP-GHS
  • Seveso III